Marking Products 2

Coppa Reg Sport Pro Energy all’Alpi Orientali regularity

FONTE: COPPA REG SPORT PRO ENERGY, ANGELO SENECI – Archiviata con successo per la Pro Energy Motorsport organizzatrice della COPPA REGOLARITA’ SPORT Pro Energy la trasferta in Friuli dove si è svolta la 1^ edizione del Rally Alpi Orientali Regularity. La classifica della gara, dove gli equipaggi iscritti alla COPPA REGOLARITA’ SPORT Pro Energy hanno rappresentato un nutrito numero, pari al 33% dei partenti, ha visto la vittoria dello specialista Andrea Giacoppo con la Lancia Fulvia 1.6 HF che ha preceduto il pilota locale Walter Modonutti, con la Fiat 124 e alla sua prima partecipazione alla Coppa nel 2021. Il podio è stato completato da Giampietro Ceschi con la Opel Manta B GTE. Il leader della classifica Luca Monti, è stato costretto al ritiro per la rottura del filo dell’acceleratore quando occupava la seconda posizione della COPPA REGOLARITA’ SPORT Pro Energy. Questo non gli impedisce di confermarsi comunque leader nella generale, che guida con 8 punti di vantaggio su Alessandro Zanini, anche lui costretto al ritiro in Friuli, dopo la prima prova cronometrata. La gara è stata dominata da Giacoppo, che, grazie al coefficiente di 1.5 di cui era dotata la gara, pur con una sola presenza risale al quarto posto della generale. Al termine della stagione mancano due gare: la Regolarità Sport Infinity ed il Revival Rally Club Valpantena entrambe previste a novembre. “Mi sono proprio divertito, ha commentato Giacoppo al termine della gara. Un bel percorso con prove speciali lunghe e guidate. Non avevo mai corso su queste strade veramente impegnative”. Tra i navigatori, la vittoria è andata a Cristian Adami che si avvicina alla leader, fin dall’inizio della Coppa, Roberta Bellerio portandosi a soli 2.5 punti. La proposta della regolarità arrivata dagli organizzatori friulani è stata apprezzata dai partecipanti. Essere dietro solo alle vetture storiche ha evitato perdite di tempo per la sospensione delle prove speciali, che sono all’ordine del giorno quando sono presenti le vetture moderne. I tempi imposti erano impegnativi e non permettevano di commettere errori. La gara non ha avuto tempi “morti”, i minuti di intervento previsti ai parchi assistenza non hanno stancato i regolaristi che non fanno assistenza, i riordini con tempi limitati rispetto al solito sono state le armi vittoriose riconosciute dai concorrenti agli organizzatori. Anche la dislocazione delle verifiche lontano del centro di Cividale, oltre che la bella cornice delle premiazioni tenutesi invece a Cividale del Friuli hanno contribuito a soddisfare i partecipanti. “La premiazione, commenta Emanuele Bosco, presidente della Pro Energy Motorsport, è stata arricchita anche dai premi messi a disposizione dalla Digitech Timing, che con la presenza del Amministratore Delegato Marcello Cioli, ha permesso di effettuare una premiazione in grande stile. Possiamo dire che i posti attraversati erano davvero belli e che l’organizzatore ha voluto riservare una giornata dedicata esclusivamente alle vetture storiche e una premiazione sul palco da grande occasione”. Insomma un appuntamento da rinnovare nel 2022. ANGELO SENECI

azetamedia

Ti potrebbe interessare...

Scuderia del Grifone si prepara per il Montecarlo

Scorre il conto alla rovescia per la Scuderia del Grifone che affronterà a fine mese …

La Coppa Giulietta e Romeo 2022 apre le iscrizioni

FONTE: NEWSLETTER ACI SPORT – Si svolgerà il 4-5 febbraio e sarà ancora una tappa …

Scuderia del Grifone: è tempo di consuntivi 2021 e programmi 2022

FONTE: UFFICIO STAMPA SCUDERIA DEL GRIFONE, NICOLA MANZINI – La Scuderia del Grifone si è …