Marking Products 2
Home / Auto Storiche Comunicati e News / Sorgato salva il bilancio del Club 91 al Valsugana

Sorgato salva il bilancio del Club 91 al Valsugana

FONTE: UFFICIO STAMPA CLUB 91, FABRIZIO HANDEL – Il secondo posto del pilota della Citroen AX GT, nella nona divisione nella regolarità sport, regala l’unico sorriso di giornata alla scuderia di Rubano.
Rubano (Pd), 30 Aprile 2019 – La nona edizione del Valsugana Historic Rally, assieme all’annesso Valsugana Historic Classic di regolarità sport, si è dimostrato avaro di soddisfazioni nei confronti di Club 91 Squadra Corse, la quale si presentava al via con ben cinque punte.
Unico portacolori del sodalizio patavino, nell’ambito del rally storico, era Antonio Regazzo, il quale scendeva dalla pedana di partenza, nell’incantevole cornice del ponte veneziano di Borgo Valsugana, con la sua Alfa Romeo Alfetta GTV6 nel terzo raggruppamento.
Il pilota di Rubano, affiancato da Mauro Rizzo, si vedeva costretto al ritiro, per noie meccaniche, al termine della terza prova speciale, quando era saldamente al secondo posto di classe 2/>2000.
“Avevamo solamente un portabandiera nell’ambito del rally storico” – racconta Martinello (presidente Club 91 Squadra Corse) – “ed Antonio si stava comportando davvero egregiamente. È un peccato che si sia visto costretto al ritiro, quando era secondo di classe, perchè avrebbe portato un risultato di prestigio in seno al Club 91 Squadra Corse. Si rifarà.”
A fare da contraltare all’amarezza nel rally storico è arrivata l’ottima seconda piazza, in nona divisione, per Fabio Sorgato nel Valsugana Historic Classic, di regolarità sport.
Il pilota di Padova, alla guida della Citroen AX GT, condivisa con l’eterno Claudio Rosina, ha ben figurato, unico in grado di rialzare le quotazioni del bilancio della scuderia di Rubano.
Al via di una delle classiche dell’automobilismo in Triveneto ritrovavamo anche il presidente di Club 91 Squadra Corse, Daniele Martinello, che tornava alla guida della Fiato Ritmo 130 Abarth, condivisa con Nicola Zennaro.
Per i due una giornata di puro divertimento, con il cronometro lasciato in tasca e con il desiderio di godersi un weekend di sana passione sportiva.
La dea bendata ha invece messo nel mirino Alberto Ferrara e la sua Opel Kadett GTE: il pilota di Padova, coadiuvato da Andrea Paccagnella in abitacolo, si è visto costretto ad alzare bandiera bianca, sulla penultima prova di precisione, causa un problema tecnico all’acceleratore.
Chiudeva la pattuglia griffata Club 91 Squadra Corse, da Cervarese Santa Croce, Roberto Rossetto, affiancato da Cristian Rosina sulla Fiat 124 Sport Spider, con un buon quinto posto in sesta divisione e sedicesimo nella generale.
“Nella regolarità sport dobbiamo fare i complimenti a Fabio Sorgato” – sottolinea Martinello – “che ha ottenuto un’ottima seconda posizione nella nona divisione. Positiva anche la trasferta di Rossetto mentre ci dispiace per il ritiro, proprio sul finale per Ferrara. Della nostra gara? Ci siamo divertiti tanto, in uno scenario da favola. Il risultato non era una nostra prerogativa. Tutto sommato possiamo dire che il bilancio al Valsugana Historic si chiude in sostanziale pareggio.”

Rallysmedia

Ti potrebbe interessare...

13° Mendola History

FONTE: UFFICIO STAMPA MENDOLA HISTORY – Manca solo un mese alla quarta prova del TROFEO …

Il Team Guagliardo a segno allo Spino

FONTE: UFFICIO STAMPA TEAM GUAGLIARDO, DANIELE FULCO – SEPPUR AL DEBUTTO IN VALTIBERINA, VITTORIA DI …

Stefano Peroni vince e fa tris allo Spino

FONTE: NEWSLETTER ACI SPORT – Il fiorentino alfiere del Team Italia a bordo della monoposto …