In evidenza
Marking Products 2
Home / Auto Storiche Comunicati e News / Vecchie prove e grandi classici nel percorso del Valpantena

Vecchie prove e grandi classici nel percorso del Valpantena

FONTE: UFFICIO STAMPA RALLY CLUB VALPANTENA, MATTEO BELLAMOLI – Un itinerario di assoluto valore sia per il pubblico che per i piloti, reso possibile grazie alla collaborazione delle amministrazioni comunali di Grezzana, Roverè Veronese e Cerro Veronese oltre al supporto dei tanti partners.
25.10.2019 – Il percorso del 17° Revival Rally Club Valpantena 2019, in programma dal 14 al 16 novembre a firma del Rally Club Valpantena, sarà quest’anno particolarmente interessante alla luce di importanti modifiche che sono state attuate dallo staff tecnico.
La volontà, come già annunciato, è stata quella di rendere più snella e scorrevole la manifestazione, che quest’anno ammetterà al via un massimo di 170 vetture. Questo per permettere da un lato ai piloti maggiore divertimento, dato che le PCT saranno più ravvicinate tra di loro e con meno tempi morti, dall’altra gli orari di chiusura strade saranno meno ampi per arrecare meno disturbo al territorio che ospita la manifestazione, che coinvolge i comuni di Grezzana, Cerro Veronese e Roverè Veronese, da sempre a fianco del Rally Club Valpantena per lo svolgimento e la promozione della manifestazione.
Ad aprire la prima tappa sarà la Prova Cronometrata a Tempo di “Busoni “ (5,00 km) che ritorna nel percorso dopo un’assenza che durava fin dal 2013. Si tratta obiettivamente di uno dei grandi classici del Revival Valpantena, che in questa edizione avrà la partenza dopo le case di Via Catena, in prossimità del primo tornante sinistro in salita. Accesso per il pubblico dal fine prova con zona pubblico predisposta sull’ultimo tornante in salita, zona panoramica sulla Valpantena, spettacolare e da non perdere per fotografi e operatori video.
Seconda PCT sarà l’immancabile “Praole” (7,25km) oramai un classico della giornata di apertura. Nella versione 2019 parte sotto Cerro nell’esatta posizione 2018. Prima parte in discesa fino al bivio asfalto-terra del Vajo Pernisa dove sarà allestita la prima Zona Pubblico. Salita su sterrato per un chilometro, poi asfalto fino a Praole dove proseguono i tornanti con la seconda Zona Pubblico. Ultimo tratto veloce fino a Rosaro, dove la prova si conclude prima di entrare in paese.
Terza prova un altro grande ritorno, la “Casotti” (4,28km) dove si respira la storia del rally a Verona. Università del rallysmo scaligero, qui si disputò anche un tratto cronometrato del primo Rally Due Valli. Prova stretta, tortuosa, tecnica. Partenza sopra Grezzana, primo tratto abbastanza largo poi si stringe sempre in salita fino a Loc. Casette dove affronta prima un falsopiano, poi discesa ed infine nuovamente in salita per l’ultimissimo tratto.
A completare la prima tappa sarà la “Lepia” (1,15km) disegnata per gli spettatori. È la prova spettacolo di questa edizione che si disputerà sia nella tappa di sabato che in quella di domenica. Sviluppata all’interno della pista enduro dell’HRT Corse del patron Antonio Avesani, la PCT “Lepia” combina una parte di asfalto con una parte brevissima di sterrato e sarà allestita con tribune per gli spettatori e stand gastronomici. Per il passaggio nel tardo pomeriggio di sabato, saranno attivati anche dei fari per garantire l’illuminazione dell’area.
La seconda tappa si aprirà invece con il primo grande classico “Roverè” (6,92km). Si tratta della prova storica del Revival Rally Club Valpantena, quella di San Francesco, disputata con partenza inedita sopra il paese di Roverè in zona caseificio e con il consueto sviluppo in salita. Passaggio in piazza a Roverè e salita fino a San Francesco, con il passaggio nella famosa “Arena”. Arrivo in Piazza a San Francesco.
Simile ma non uguale sarà la PCT “San Francesco” (6,95km) in programma nel pomeriggio. Disputata nella sua versione più celebre con partenza dal parcheggio degli autobus di Roverè, consueto sviluppo in salita. Passaggio in piazza a Roverè e salita fino a San Francesco, con il passaggio nella famosa “Arena”. Arrivo in Piazza a San Francesco.
Non poteva mancare la Prova Cronometrata a Tempo “Alcenago” (12,20km) la più lunga di questa 17^ edizione. Si tratta della prova più spettacolare dell’evento, che torna in conformazione “circuito”. Partenza sulla strada che sale da Stallavena in prossimità del bivio per Alcenago. Prima parte su strada ampia lungo la SP12A, quindi si passa sullo stretto per attraversare Rupiano. Strada larga fino al bivo di Vigo dove inizia la discesa stretta che riporta allo start. I concorrenti effettueranno due giri e mezzo dell’anello. Fine prova e uscita da Vigo.

Rallysmedia

Ti potrebbe interessare...

Coppa Regolarità Sport, al Revival Valpantena ancora Faccio – Gaio

FONTE: COPPA REGOLARITA’ SPORT, FRANCO OLIVIERI – Grande weekend di emozioni quello andato in scena …

72 gli iscritti al 16° Memorial Dal Grande

FONTE: UFFICIO STAMPA RALLY CLUB TEAM, ANDREA ZANOVELLO – Tutto pronto per una nuova avvincente …

Club 91 Squadra Corse al Memorial Dal Grande

FONTE: UFFICIO STAMPA CLUB91, FABRIZIO HANDEL – Si fa in quattro la scuderia di Rubano, …