memoryfornaca2024

CIVSA: la Coppa della Consuma 2024 è di Riolo su PRC

FONTE: UFFICIO STAMPA C.I.V.S.A ROSARIO GIORDANO – Il siciliano della Squadra piloti Senesi ha ottenuto il miglior tempo e vinto il 4° Raggruppamento. Secondo riscontro assoluto per Stefano Peroni su Martini Mk32, primo in 5° Raggruppamento. Sul podio ideale anche Lottini su Osella. Il 3° Raggruppamento a Giuliano Peroni, mentre Motti su Porsche si impone in 3° Raggruppamento. Colpo di scena in 1° Raggruppamento con successo di Mossler su Daren e forfait di Nocentini
Il calendario delle gare dio velocità in salita si è ufficialmente aperto alla Coppa della Consuma, la gara toscana organizzata da AC Firenze per il tramite della controllata AC Promuove, con l’efficace e proficua collaborazione della Reggello Motorsport. Un pubblico numeroso ed appassionato ha assiepato i terrapieni lungo gli 8,5 Km della SR 700 che da Diacceto si arrampicano fino al passo della Consuma ad oltre 1000 metri di quota.
Il siciliano Salvatore (Totò) Riolo ha ottenuto il miglior tempo in assoluto alla Coppa della Consuma 2024 in 3’56″02 ed ha vinto il 4° Raggruppamento su PRC A 6 BMW alla gara inaugurale del Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche.
Successo in 5° Raggruppamento per Stefano Peroni su Martini Mk32 BMW, il pilota fiorentino della Bologna Squadra Corse ha ottenuto Secondo tempo generale con un gap di 1″44 dal vertice. Sull’ideale podio anche il pisano Piero Lottini che su Osella PA 9/90 BMW ha ottenuto il 2° tempo in 4° Raggruppamento, particolarmente attento al fondo impegnativo dell’ultimo tratto di percorso. Giuliano Peroni, il papà di Stefano su Osella PA 8/9 BMW si è imposto in 3° Raggruppamento ed ha fatto registrare il 4° tempo in ordine assoluto. Idelbrando Motti su Porsche Carrera RS ha dominato il 2° Raggruppamento con una guida attenta a domare i tanti cavalli della sua super car tra le insidie del tracciato. In 1° Raggruppamento successo dell’austriaco Harald Mossler su Daren Mk3, ma è mancato il duello ravvicinato con Tiberio Nocentini, dopo il colpo di scena che ha portato alla resa il campione fiorentino, per un guasto all’impianto frenante della Chevron B19 Cosworth.
-“E’ un onore poter iscrivere il mio nome nell’albo d’Oro di una gara tanto ricca di storia – ha sottolineato Riolo – la prestazione è segno evidente che il lavoro svolto con Paco 74 Corse e con Kaa racing si concretizza ed ora siamo consapevoli di poter essere competitivi nella nostra categoria. Gli accorgimenti sulla nostra biposto funzionano e continueremo ad ottimizzare il rendimento dell’assetto in relazione al rendimento degli pneumatici”-.
-“Il fondo era un pò insidioso ma pensavo di potere ugualmente colmare qualunque gap – ha dichiarato Stefano Peroni – mi resta un pò di amaro soprattutto nella mia gara di casa, ma il successo di raggruppamento ci ripaga di ogni sforzo”-.
-“Una gara che ha sempre un fascino particolare – le parole di Lottini – quando ho visto delle chiazze di umido sulla strada ho cercato di evitare rischi eccessivi, ma la macchina è andata come sempre molto bene ed il feeling che abbiamo è evidente”-.
Straordinaria prestazione tra le auto turismo del 4° Raggruppamento dove Michele Rinaldi è salito sul podio con la Fiat Ritmo 130 Abarth di classe A2000, dopo delle ottime ricognizioni. Tra le sport Nazionali, i prototipi con motore Alfa Romeo di derivazione di serie, acuto in gara del piemontese Arnaldo Pinto sulla Lucchini seguita dal Team Di Fulvio. Il trapanese di Bologna salvatore Asta si è imposto nella categoria silhouette sulla estrema BMW M3, cn il 6° tempo di raggruppamento.
Sorprese sul podio di 3° Raggruppamento con la rivelazione anche nella storiche per il milanese Gianluca Luigi Grossi, che ha provato con profitto la Triumph Dolomite Sprint in versione silhouette, come la Fiat X1/9 del giovane trapanese Vito Oddo, subito entrambi molto incisivi. Stop forzato per il campione in carica Gaetano Palumbo su Fiat X1/9.
Sempre in 2° Raggruppamento, Motti, il modenese della Bologna Squadra Corse, ha studiato attentamente il tracciato, per domare in modo proficuo i cavalli della vettura tedesca di classe GTS oltre 2500. Ottimo secondo posto di categoria per un altro emiliano, Fosco Zambelli che ha tratto il massimo dalla generosità del’Alfa Romeo GTAM con cui ha dominato la classe TC 2000 e preceduto in classifica l’esperto toscano Gian Luca Calari sulla scattante Fiat X1/9, che ha avuto a sua volta la meglio nel duello ravvicinato per il podio con Fiorello Perillli su Fiat 128 Rally, vincitore della classe TC1300.
Colpo di scena in 1° Raggruppamento dove ha vinto l’austriaco della Bologna Squadra Corse Harald Mossler su Daren Mk3. Vittoria che ha preso definitivamente forma quando il campione in carica Tiberio Nocentini ha scoperto un guasto alla pompa dei freni della Chevron B19 ed allora il padrone di casa ha rinunciato al via della sua gara ed al duello per il successo ed un posto nell’ideale top ten. Ottima seconda posizione, annunciata sin dalle ricognizioni, per i drive di origine siciliana Massimo Ferraro sulla sempre ammirata quanto efficace Lancia Fulvia Zagato. Sul podio di categoria il sempre tenace vicentino Luciano Rebasti che ha usato appieno l’agilità e la generosità della Fia Abaerth 1000 TC. A ridosso dei primi tre il lombardo Sergio Davoli in ottima forma ed in perfetto feeling con la Porsche 911T, con cui ha vinto la classe GT 2000 ed ha preceduto il rientrante ternano Angelo De Angelis sulla ammirata Davrian Mk7.

Classifiche di gruppo in gara: 1° Raggruppamento: 1 Mossler (Daren Mk3) in 4’58”30; 2 Ferraro (Lancia Fulvia Zagato) a 19”43; 3 Rebasti (Fiat Abarth 1000 TC) a 45”45. 2° Raggruppamento: 1 Motti (Porsche Carrera RS) in 4’52”69; 2 Zambelli (Alfa Romeo GTAM) a 7”25; 3 Calari (Fiat X1/9) a 14”49. 3° Raggruppamento: 1 Giuliano Peroni (Osella PA 8/9 BMW) in 4’16”77; 2 Gianluca Luigi Grossi (Triumph Dolomite Sprint) a 46”60; 3 Oddo (Fiat X1/9) a 49”69. 4° Raggruppamento: 1 Riolo (PRC A6 BMW) in 3’56”02; 2 Lottini (Osella PA 9/90 BMW) a 13”90; 3 Rinaldi (Fiat Ritmo 130 Abarth) a 44”90. 5° Raggruppamento: 1 Stefano Peroni (Martini Mk32 BMW) in 3’57”46; 2 Lavieri (Martini Mk32) a 30”94.

Calendario Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche 2024: 22-24 marzo 58^ Coppa della Consuma (FI); 26-28 aprile 9^ Salita Storica Monte Erice (TP); 24-26 maggio 35^ Bologna Raticosa (BO); 14-16 giugno 73^ Trento – Bondone (TN); 21-23 giugno 27^ Lago Montefiascone (VT); 5-7 luglio 42^ Cesana – Sestriere (TO); 18-20 luglio 16° Trofeo Lodovico Scarfiotti (MC); 6-8 settembre Guarcino – Campocatino (FR); 13-15 settembre 69^ Coppa Nissena Historic (CL); 20-22 settembre 15^ Scarperia – Giogo (FI); 4-6 ottobre 7^ Coppa Faro (PU).

azetamedia

Ti potrebbe interessare...

La Trento-Bondone esalta Riolo e la PCR

FONTE: UFFICIO STAMPA TARGA RACING CLUB, AGENZIA ERREGIMEDIA – Il portacolori della Squadra piloti Senesi, …

La Marca Classica, Rovigo Corse a cinque punte

FONTE: UFFICIO STAMPA ROVIGO CORSE, FABRIZIO HANDEL – In provincia di Treviso al tradizionale tridente …

Biella 4 Racing, al Rally Lana Storico con tre equipaggi ed un navigatore, più un duo apripista

FONTE: SCUDERIA BIELLA 4 RACING – Vidale-Colongo e Barbera nella gara di velocità, Maielli-Gambino con …