Marking Products 2

Floriopoli-Cerda: soddisfazioni in casa Island Motorsport

FONTE: UFFICIO STAMPA, DANIELE FULCO – ALLA SALITA MADONITA, VITTORIA DI DOMENICO GUAGLIARDO (PORSCHE 911/S) NEL 1° RAGGRUPPAMENTO NEL “TERZO”, PODIO E QUARTA PIAZZA, RISPETTIVAMENTE, PER MAURIZIO PLANO E PER GIUSEPPE TRINCA, ENTRAMBI SU PORSCHE 911/SC. TRA LE VETTURE MODERNE, RENTRÉE DI ANTONIO STAGNO (PORSCHE 997 GT3) IMPREZIOSITA DA UN TERZO POSTO ASSOLUTO
Cerda (Pa), 23 maggio 2016 – Quello appena archiviato, è stato un fine settimana agonistico ricco di soddisfazioni per la scuderia Island Motorsport, reduce dalla 2ª Cronoscalata Floriopoli-Cerda, atto inaugurale del Campionato siciliano Salita Autostoriche, andato in scena domenica scorsa in provincia di Palermo.
Presso le mitiche tribune di Cerda, infatti, il sodalizio siculo ha festeggiato l’agevole successo del portacolori Domenico “Mimmo” Guagliardo che, all’ultimo momento, ha optato per la Porsche 911/S imponendosi agevolmente nel 1° Raggruppamento spuntando, altresì, il miglior settimo tempo in un’ipotetica classifica generale.
«Vuoi per la location, vuoi per le peculiarità, questo è un tracciato che mi ha sempre esaltato e spinto a dare il massimo – ha raccontato Guagliardo a ruote ferme – Considerato che la mia vettura ha ben pochi cavalli rispetto alle altre Porsche di cilindrata superiore e che, dopo una serie di regolazioni e aggiornamenti approntati nei mesi scorsi, l’auto era alla prima uscita nel 2016, non posso che ritenermi più che soddisfatto. In definitiva, si è trattato di un ottimo test in vista di programmi futuri… ».
Il pilota-preparatore, al di là dell’impegno in prima persona, ha riproposto in gara, seppur tra le moderne, anche la Porsche 997 Gt3 ex Delecour (modello già reduce dall’esordio alla Targa), affidandola alle sapienti mani del compagno di squadra Antonio Stagno. Il gentleman driver palermitano, seppur all’esordio al volante della potente sportiva tedesca e alla prima uscita stagionale, ha confermato le aspettative della vigilia conquistando il terzo gradino del podio della graduatoria assoluta.
«Quella di ieri, è stata una giornata particolarmente pulita e lineare anche se, prima dello start, c’era qualche apprensione – ha spiegato Stagno – Durante le prove, infatti, sono stato molto accorto. Una volta appurato che la ‘997’ risultava molto ben equilibrata e ben piantata in strada, ho gareggiato con maggiore serenità. Ovviamente, non posso esimermi dal ringraziare Mimmo (Guagliardo ndr) per avermi offerto tale piacevole opportunità, un vero e proprio regalo. Non è da tutti».
Tornando alle “storiche”, si è rivelato tanto combattuto quanto equilibrato il 3° Raggruppamento dove si sono distinti l’esperto Maurizio Plano e il rientrante Giuseppe Trinca (autore del secondo miglior riscontro cronometrico nella prima di due manche ufficiali), entrambi alla guida di due Porsche 911/Sc ottimamente allestite dal team SPM, centrando rispettivamente la terza e la quarta piazza di categoria, nonché la quinta e la sesta “virtuale” nell’assoluta.
«Nonostante l’età sono riuscito a dire la mia – ha scherzato Plano – grazie, anche, al lavoro svolto dalla SPM capitanata da Stefano Dolce che mi ha fornito una vettura tanto affidabile quanto performante; analisi che, ovviamente, vale anche per il mezzo di Trinca. Sin dalle prime battute, infatti, siamo riusciti ad essere competitivi e i distacchi minimi da chi ci ha preceduto in categoria, stanno a testimoniare la qualità degli interventi svolti, facendoci ben sperare per il prosieguo della stagione sportiva».
Nel 2° Raggruppamento, invece, delusione per il “veterano” Raffaele Picciurro che, su Porsche 911 Carrera allestita da Di Matteo, è stato costretto al ritiro per una probabile – ma ancora da verificare – rottura del martelletto delle punterie nel corso della salita conclusiva, a soli 800 metri dall’arrivo, dopo aver segnato il secondo crono nella frazione d’apertura.

Classifica finale 2ª Cronoscalata Floriopoli-Cerda
1° Raggruppamento: 1. Domenico Guagliardo (Porsche 911/S) in 7’05”91; 2. Savioli (Bmw 2002 TI) a 13”8; 3. Certisi (Mini Cooper) a 59”1; 4. Ricevuti (Opel Kadett) a 2’06”2.
3° Raggruppamento: 1. Alessandro Filippone (Porsche 911/Sc) in 6’49”15; 2. Mannino (Porsche 911/Sc) a 5”5; 3. Plano (Porsche 911/Sc) a 5”9; 4. Trinca (Porsche 911/Sc) a 6”1; 5. Caristi (Fiat 128) a 19”8; 6. Savoca (Renault 5 Turbo) a 30”2; 7. Margiotta (Opel Kadett GT/E) a 38”4; 8. Di Laura (Chrysler Talbot Sunbeam) a 41”6; 9. Reina (Giannini 650 NP) a 58”6; 10. Grisanti (A/112 Abarth) a 1’18”2.

azetamedia

Ti potrebbe interessare...

Tour de Corse 2022 Edition (2 – 8 october): entries open on 15th january

FONTE: TOUR DE CORSE HISTORIQUE -Dear friends, drivers, co-drivers, team managers and all the fans …

Obbligo di Green Pass ‘rafforzato’ (cd ‘Super Green Pass’) per tutte le competizioni sportive

FONTE: SITO ACI SPORT – A seguito dell’entrata in vigore del decreto-legge 24 dicembre 2021, …

A marzo il Rally Cefalù Città Turistica

FONTE: UFFICIO STAMPA TEMPO SPORT – Saranno il nuovo rally Cefalù Città Turistica con l’abbinato …