Marking Products

Colpo grosso della scuderia Giovanni Bracco al Giro delle Valli Biellesi

FONTE: COMUNICAZIONE SCUDERIA BRACCO, MASSIMO GIOGGIA – Bagatello-Tasinato si aggiudicano la Regolarità Turistica e la “Giovanni Bracco” si piazza al primo posto fra le Scuderie
Colpo grosso della “Giovanni Bracco” questo fine settimana (12 e 13 maggio 2023) a Biella. Al 10° Giro delle Valli Biellesi, gara di Regolarità Classica (valida per il Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche) e Regolarità Turistica (prima prova del Challenge Regolarità di ACI Biella), la scuderia biellese ha conquistato due assoluti e ha visto i suoi iscritti concludere la gara in posizione di notevole rilevanza.

Regolarità Turistica
Nella Regolarità Turistica il primo posto assoluto e del V raggruppamento è stato conquistato dai “Brachetti” Andrea Bagatello e Jessica Tasinato, in gara con la loro Lancia Fulvia HF del 1971. “Andrea e Jessica sono davvero molto bravi” ha commentato il Presidente, Filippo Vigna; “con questa vittoria sono ora al vertice del Challenge Regolarità, la serie promossa da ACI Biella, dove già l’anno scorso si sono ottimamente piazzati. Grandi!”.
Bravi anche Gero Palmeri e Guido Oleari che, con la loro Porsche 912 del 1966, hanno terminato la gara al 6° posto assoluto, secondi nella classifica del V raggruppamento. A seguire, Alberto Ritegno e Marco Barbera, in gara con una Triumph TR3 del 1961; hanno chiuso in ottava posizione assoluta, secondi del III raggruppamento; Paolo Protta e Niccolò Ciancia, su Alpine Renault A 110 1.3 del 1976, hanno terminato la gara al 17° posto assoluto, terzi nella classifica del VI raggruppamento; Giuseppe Pivano e Giacomo Pivano su Alfa Romeo Spider del 1985 si sono piazzati al 18° posto assoluto, terzi nella classifica dell’VIII raggruppamento; Simone Gonzino e Giusy Esposito, su Porsche 911 SC del 1983, hanno chiuso al 20° posto assoluto, quarti nella classifica dell’VIII raggruppamento; Mattia Botto Steglia e Lucrezia Botto Steglia, al via con una Opel GT 1900 del 1969, sono giunti al traguardo al 23° posto assoluto, quarti del V raggruppamento; Roberto Danasino e Giuliana Ceria, al via con la loro MG B 1.8 del 1963; hanno terminato al 27° posto assoluto, quarti nella graduatoria del IV raggruppamento; e infine, Fabrizio Roman ed Elisa Basone, al via, con la loro Renault Clio 16 V del 1996, nella categoria Vetture Moderne, hanno concluso la gara al secondo posto assoluto.
In virtù dei risultati ottenuti dagli equipaggi Bagatello-Tasinato, Palmeri-Oleari e Ritegno-Barbero, la “Giovanni Bracco” si è piazzata al primo posto assoluto fra le Scuderie.

Regolarità Classica
Anche nella Regolarità Classica, dove erano presenti i migliori della specialità a livello nazionale, la “Giovanni Bracco” ha ben figurato.
Il miglior risultato della Scuderia è stato ottenuto Mauro Todeschini, undicesimo fra i Driver A, e Fiorenza Boggio, su Autobianchi A 112 Abarth del 1974, che hanno chiuso la gara al 26° posto, quarti nella classifica del VI raggruppamento. Poco dietro di loro hanno terminato Giuseppe Barazza e Pietro Barazza, in gara con una Porsche 911 SC del 1981; trentatreesimi assoluti e quarti del VII raggruppamento. A seguire, Davide Callegher, primo fra i Driver C, e Giancarlo Brondolin su Innocenti Mini del 1972; si sono piazzati al 34° posto assoluto, ottavi del VI raggruppamento; Giorgio Delpiano, dodicesimo fra i Driver A, e Andrea Vigna su Porsche 365 AT2 Coupé del 1959, hanno concluso al 36° posto assoluto, terzi del III raggruppamento; Luigi Vigna e Filippo Vigna, al debutto con la loro bella Lancia Aurelia B20 GT IV serie del 1954, sono giunti al traguardo al 39° posto assoluto, quarti nella classifica del III raggruppamento; Ferdinando Zaniboni, primo fra i Driver D, e Maria Giuseppina Barbanotti, su Ford Mustang Convertible del 1965, hanno terminato la gara al 41° posto assoluto, sesti nella classifica del IV raggruppamento; Alberto Dellavedova e Carola Uecher, su Fiat 1100/103 E del 1957, hanno chiuso al 45° posto assoluto, settimi del III raggruppamento; Roberto Perino e Paolo Ciscato, in gara con una Triumph Spitfire 1500 del 1980, sono giunti al traguardo al 47° posto assoluto, quinti nella classifica del VII raggruppamento; e infine Daniele Rotella e Vittorio Rotella, su Alfa Romeo GT Junior del 1969, si sono piazzati al 48° posto assoluto, settimi nella classifica del V raggruppamento.

Altri appuntamenti attendono ora gli equipaggi della Scuderia, in particolare la 15ª Rievocazione della Cronoscalata Occhieppo-Graglia, dove la “Giovanni Bracco” sarà impegnata anche come organizzatore. La gara, seconda prova del Challenge di Regolarità Turistica ACI Biella, si correrà nella giornata di sabato 8 luglio 2023.

Massimo Gioggia

azetamedia

Ti potrebbe interessare...

Lorenzo e Mario Turelli su Lancia Aprilia del ‘37 vincono la 31^ Coppa Città della Pace

FONTE: NEWSLETTER ACI SPORT – I bresciani precedono di 22,20 penalità Guido Barcella e Ombretta …

Oltre 90 iscritti alla Coppa Città della Pace. Percorso modificato a causa di una frana

FONTE: NEWSLETTER ACI SPORT – Il maltempo che nelle scorse settimane ha flagellato il territorio, …

Coppa Città della Pace, febbraio incandescente

FONTE: UFFICIO STAMPA ROVIGO CORSE, FABRIZIO HANDEL – Inizio di tricolore senza tregua per Rovigo …