In evidenza
Marking Products

Al 15° Revival Valpantena il Fiat 131 Abarth Tribute

FONTE: UFFICIO STAMPA REVIVAL VALPANTENA, MATTEO BELLAMOLI – UNO SPECIALE FIAT 131 ABARTH TRIBUTE AL 15° REVIVAL RALLY CLUB VALPANTENA. L’iconica vettura del marchio Abarth sarà protagonista della regolarità sport che si svolgerà dal 9 all’11 novembre a nord di Verona. Attesi esemplari unici con grandi nomi del passato.
GREZZANA (VR) 21.09.2017 – Si chiamerà Fiat 131 Abarth Tribute e sarà il leitmotiv del 15° Revival Rally Club Valpantena, l’evento di regolarità sport che l’omonimo club di appassionati veronese organizzerà come classica di fine stagione dal 9 all’11 novembre prossimi.
Tutte le Fiat 131 Abarth che parteciperanno al 15° Revival Rally Club Valpantena godranno infatti dei riflettori del palcoscenico unico del Revival. Partiranno infatti per prime in questa edizione e si giocheranno uno speciale premio. La prima Fiat 131 Abarth classificata vincerà l’iscrizione gratuita al 16° Revival Rally Club Valpantena, mentre il secondo, terzo, quarto e quinto porteranno a casa l’iscrizione gratuita all’8° LessiniaSport, l’altro evento RCV in programma a marzo 2018.
Il Comitato Organizzatore invita tutti gli iscritti con Fiat 131 Abarth, anche coloro i quali risultino già iscritti, di inviare all’indirizzo mail iscrizioni@rallyclubvalpantena.it assieme al modulo di iscrizione anche una fotografia della vettura e un breve palmares della stessa, laddove presente.
L’iconico e leggendario modello di casa Abarth, che debuttò sulle scene del motorsport nel 1975 con la prima elaborazione del modello a due porte Fiat 131, è ancora oggi uno dei modelli più amati sulle strade del Revival, ammirato da grandi e piccoli come un autentico oggetto di culto. Nel corso della sua lunga “carriera” rallystica, ha raccolto risultati epici concedendo il volante a vere e proprie leggende della disciplina: Sandro Munari, Attilio Bettega, Walter Rohrl, Markku Alen questi ultimi detentori anche di due Mondiali Piloti ottenuti con la “trentuno”, nel 1978 il primo e nel 1980 il secondo. La 131 Abarth ha segnato anche la storia Abarth, consentendo al marchio di conquistare nel 1977, 1978 e 1980 i Campionato del Mondo Costruttori.
Tante le storie che avvalorano questo modello. Indimenticata l’affermazione tutta italiana di Fulvio Bachelli e Francesco Rossetti, che sulla 131 Abarth livreata Oliofiat, conquistarono il tecnico Rally Nuova Zelanda del 1977. Ospite al Revival Rally Club Valpantena, Fulvio Bachelli ha ricordato con parole di emozione quell’impresa, destinata a restare nella storia del rallysmo mondiale.
La vettura corse fino agli anni Ottanta a livello ufficiale, annoverando i grandi nomi del rallysmo tricolore, tra tutti anche un certo Andrea Zanussi che portò in gara la vettura nell’accattivante livrea Totip, scelta proprio per l’immagine di copertina di questa edizione del Revival. Che non sia questo un messaggio a tutti gli appassionati del Revival? Appuntamento a Novembre per scoprirlo.

Immagine realizzata da Luciano Veronesi

azetamedia

Ti potrebbe interessare...

Scuderia Palladio Historic in forze al Campagnolo

FONTE: UFFICIO STAMPA PALLADIO HISTORIC, ANDREA ZANOVELLO – Dieci equipaggi in gara nel rally storico, …

Presentato il 17° Rally Campagnolo

FONTE: UFFICIO STAMPA RALLY CAMPAGNOLO, ANDREA ZANOVELLO – Nella sede dell’Automobile Club Vicenza è stata …

La Scaligera Rallye festeggia i primi 40 anni

FONTE: SCUDERIA SCALIGERA – Grande festa a Grezzana sabato 21 maggio. Una manifestazione statica aperta …