Marking Products 2

Bassano da dimenticare per la Scuderia Palladio Historic

FONTE: UFFICIO STAMPA PALLADIO HISTORIC, ANDREA ZANOVELLORally Città di Bassano storico e moderno che hanno dato più delusioni che gioie alla scuderia vicentina, presente con nove equipaggi al via Cividale – Castelmonte in programma per due piloti nel prossimo fine settimana
Vicenza, 29 settembre 2020 – Non sempre gli esiti delle gare possono essere esaltanti come avvenuto nelle due precedenti, ma un riscontro come quello del Rally Città di Bassano ,nessuno della Scuderia Palladio Historic non se lo sarebbe aspettato. Dei nove equipaggi al via in totale tra rally storico e moderno solo quattro, infatti, sono riusciti a vedere il traguardo di Bassano del Grappa sabato scorso 26 settembre: tre nella prima ed uno nella seconda gara.
Tanta era l’attesa di rivedere all’opera Paolo e Giulio Nodari dopo il successo a San Martino; nuovamente al via con la stessa Porsche 911 RSR Gruppo 4, hanno patito sin dalle primissime battute di gara un problema ai freni posteriori che, nonostante i ripetuti interventi da parte dell’assistenza, non è stato possibile risolvere condizionando fortemente la prestazione che è stata portata al termine in un’anonima sesta posizione di classe.
Meglio è andata ad Antonio Regazzo e Andrea Ballini che si sono rifatti del ritiro di Arezzo conducendo l’Alfa Romeo Alfetta GTV 6 Gruppo 2 all’unica vittoria di classe ottenuta grazie anche alla ventinovesima prestazione assoluta, mentre nella competitiva J2-A2000, in quarta posizione si è classificata la Fiat Ritmo 130 TC di Daniele Danieli e Lorena Chivelli.
Le prime note dolenti arrivano da Pierluigi Zanetti e Roberto Scalco usciti di strada con la Ford Sierra Cosworth 4×4 nel corso della terza speciale; sono stati invece dei problemi meccanici a fermare sulla seconda prova sia l’Opel Kadett GT/e di Renato e Nico Pellizzari, quanto la BMW M3 di “Janger” ed Enrico Gallinaro.
Nel rally auto moderne a salvare l’onore della Palladio Historic sono stati Andrea Sassolino e Gianfranco Peruzzi, quinti di classe con la Renault Clio Gruppo N. Già fermi nelle prime batture di gara Andrea Marangon e Massimo Darisi per la rottura dell’alternatore della loro Honda Civic VTi mentre ad interrompere la prestazione della Lancia Delta Integrale 16V di Alessandro Ferrari e Piero Comellato, è stata un’uscita di strada nel prologo del venerdì sera.

Nel prossimo fine settimana sarà di scena la cronoscalata Cividale – Castelmonte in provincia di Udine alla quale saranno al via Umberto Pizzato su Porsche 911 RSR Gruppo 4 e Romeo De Rossi su Alfa Romeo Alfasud Ti Gruppo 2.

Altre notizie ed informazioni della scuderia, al sito web www.palladiohistoric.it

Immagine realizzata da Matteo Pittarel

Ufficio Stampa Scuderia Palladio Historic
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com

azetamedia

Ti potrebbe interessare...

Il 2° Giro dei Monti Savonesi Storico è rinviato al 2021

FONTE: SPORT INFINITY – Alla luce degli ultimi avvenimenti e dell’aumento costante dei contagi in …

Team Bassano: gli esiti del Costa Smeralda

FONTE: UFFICIO STAMPA TEAM BASSANO, ANDREA ZANOVELLO – Dopo i festeggiamenti per i titoli conquistati …

Nessuna nuova restrizione per l’organizzazione e l’effettuazione delle manifestazioni automobilistiche iscritte nel Calendario Nazionale ACI

FONTE: NEWSLETTER ACI SPORT – Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del …