In evidenza
marking products nwrc
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Michelin Historic Rally Cup 2022 Luca delle Coste fa suo il Valsugana

FONTE: UFFICIO STAMPA MICHELIN CUP, TOMMASO VALINOTTIDopo un avvincente lotta, è il pilota comasco a prevalere sulla Porsche del novarese Lanfranchini. Luciano Chivelli vince la propria classe della gara nonostante un problema al cambio nell’ultima speciale. Salgono sul gradino più alto del podio della propria categoria anche Luigi Annoni, Claudio Azzari ed Eraldo Righi
BORGO VALSUGANA (TN), 30 aprile – Tocca a Luca Delle Coste iscrivere il suo nome fra i vincitori delle gare della Michelin Historic Rally Cup 2022. Il pilota della Ritmo 75, affiancato da Franca Regis Milano ha conquistato il successo fra i partecipanti alla Coppa indetta dalla Casa di Clermont Ferrand e gestita sui campi di gara da Mario Cravero di Area Gomme, superando all’ultima prova speciale quello che, fino a quel momento, era stato il leader della classifica del challenge del Bibendum, ovvero Simone Lanfranchini con Sabrina Panizza al quaderno delle note sulla Porsche 924 Carrera GTS.
Delle Coste vincente, Lanfranchini tormentato. Al termine del rally Luca Delle Coste ha chiuso 11° assoluto e secondo della Classe Fino a 1600 in gara, conquistando inoltre il primato del Terzo Raggruppamento e della Classe M2 della Michelin Historic Rally Cup. Chi ha molto da recriminare è Simone Lanfranchini, autore di una gara molto veloce e leader della Coppa francese per cinque delle sei prove speciali della gara, segnando tre volte il miglior tempo fra i trofeisti, seppur tormentato da un noioso problema agli interfoni, che non è stato risolto pur cambiando due volte i caschi dell’equipaggio. Fatale per il portacolori di Rally&Co è stata l’ultima prova disputata sotto l’acqua che ha fatto perdere due posizioni in classifica assoluta (alla fine è 13°) e il primato nella Michelin Historic Rally Cup. Terza piazza per i coniugi biellesi Luca Valle e Cristiana Bertoglio, protagonisti con la loro Porsche 911 SC di una gara molto regolare, risalendo la classifica con il passare delle prove sino a chiudere sul podio della coppa di Clermont Ferrand.
Giudicelli guarda il podio. Quarta piazza nella Michelin Historic Rally Cup per Massimo Giudicelli-Paola Ferrari, Volkswagen Golf GTI, 25esimi assoluti, bravissimi a raccogliere il massimo dei punti possibili dalla trasferta trentina. L’equipaggio toscano ha preceduto di una posizione Luciano e Lorena Chivelli, che lasciano Borgo Valsugana scuri in volto nonostante si siano imposti con la loro Fiat 127 Sport nella Classe Fino a 1150 del Gruppo 2 della gara e nella categoria M1 della Michelin Historic Rally Cup. Padre e figlia di Pordenone, infatti, hanno disputato una gara tutta all’attacco, chiudendo le prime cinque speciali in 22esima posizione assoluta, ritrovandosi poi, nell’ultima prova il cambio bloccato in terza marcia dovendo percorrere la speciale a ritmo ridotto, perdendo quattro posizioni nella classifica assoluta. Si conclude positivamente l’ennesima trasferta italiana dei tedeschi Peter ed Elke Göckel con la loro Opel Kadett D 1.3 SR (lontana progenitrice della GT/E) che terminano in 37esima posizione assoluta e settimi di Michelin Historic Rally Cup, facendo meglio di Claudio Azzari e Massimo Soffritti che con la loro Ford Fiesta MK1 1100, probabilmente la vettura meno potente dell’intero lotto dei concorrenti in gara, arrivano senza patemi al traguardo, noni fra i concorrenti della Michelin Historic Rally Cup e vincenti nella Classe fino a 1150 del 3° Raggruppamento della gara. Chiude la graduatoria dei concorrenti della Michelin Historic Rally Cup l’Alfetta GTV6 dei sammarinesi Eraldo Righi-Gianleone Signorini, che dopo una gara senza eccessivi problemi perdono terreno nella pioggia dell’ultima speciale, riuscendo comunque a vincere la Classe Oltre 2000 del Gruppo 2 del Terzo Raggruppamento.
Annoni, re di Raggruppamento. Ottima gara di Luigi Annoni e Giampaolo Mantovani che con la loro Fiat 128 Coupé conquistano la sesta posizione nella Michelin Historic Rally Cup, e si impongono anche nella Classe Fino a 1600 del Secondo Raggruppamento, grazie ad una gara attenta e precisa senza la minima sbavatura. Grazie a questo risultato il portacolori del Team Bassano precede nel Secondo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup la Porsche 911 RSR di Roberto Giovannelli e Isabella Rovere, protagonisti di una gara dalle prestazioni costanti.
Lorenzi e Galullo non attraversano il Ponte Veneziano. Sono due i concorrenti della Michelin Historic Rally Cup che non vedono l’arrivo in prossimità del Ponte Veneziano di Borgo Valsugana. Non riesce a ripetere il bel risultato del Vallate Aretine il toscano Giovanni Lorenzi, per la prima volta affiancato da Francesco Magrini, che si ferma con la sua 127 Sport proprio nel corso dell’ultima prova speciale, per problemi al cambio che lo costringono allo stop anticipato. Una sola prova speciale completata per Marco Galullo e Simona Calandriello che si fermano sulla PS Sella per rottura del motore della loro Peugeot 205 Rallye.
Prossimo appuntamento con la Michelin Historic Rally Cup al 17° Rally Storico Campagnolo a Isola Vicentina il 27 e 28 maggio

azetamedia

Ti potrebbe interessare...

A Marsura su Porsche 911 l’Adriatic Champions Race

FONTE: UFFICIO STAMPA ACR, NICCOLÒ BUDOIA – Nella gara storica a trionfare è stato Bernardino …

Trofeo A112 Abarth Yokohama: La Grande Corsa premia Fiora e Cavagnetto

FONTE: UFFICIO STAMPA TROFEO A112 ABARTH YOKOHAMA, ANDREA ZANOVELLO – Secondo successo stagionale su due …

Trionfo a “La Grande Corsa” per il pilota Biella Corse Davide Negri

FONTE: COMUNICAZIONE BIELLA CORSE, MASSIMO GIOGGIA – Grande giornata per la Scuderia che, oltre al …