In evidenza
marking products nwrc
Bacci Fabrizio-Farnocchia Sauro, Ford Sierra Cosworth 4x4 #204

Fabrizio Bacci a podio nel Rally Storico del Medio Adriatico

FONTE: NEWSLETTER ACI SPORT – Finalmente il sorriso dei festeggiamenti, per i pilota livornese, che nel fine settimana passato, sempre con la Ford Sierra Cosworth 4×4 preparata da Terrosi, ha finito la gara ad Urbino in terza posizione assoluta, trovando il riscatto da un avvio di campionato sofferto. Al suo fianco sempre Sauro Farnocchia.
Buona la terza, si può dire, per Fabrizio Bacci, al 29° Rally Adriatico, appunto terza prova del Campionato Italiano rally Terra storici, disputato nel fine settimana passato a Urbino.
Il pilota livornese portacolori della Scuderia ProRacing, affiancato dall’esperto copilota Sauro Farnocchia era di nuovo al via sulla Ford Sierra Cosworth 4×4 preparata da Terrosi, andando alla ricerca del riscatto da un avvio stagionale particolarmente sfortunato, punteggiato da due ritiri, e stavolta ha ritrovato il sorriso, chiudendo al terzo posto assoluto.
Un podio che rinfranca in ampia parte Bacci e Farnocchia, quindi un riscatto dalle due delusioni precedenti pur se rimane un poco l’amaro in bocca per un possibile “argento” sfuggito di poco nel finale della gara marchigiana soprattutto per un calo fisico del pilota, complice il gran caldo che ha creato non poche difficoltà a molti equipaggi.
Bacci, costantemente nelle posizioni di vertice della gara, vinta dall’esperto e blasonato vicentino “Lucky”, ha siglato anche il miglior riscontro cronometrico sulla terza prova, conferma della competitività della vettura e soprattutto rimanendo decisamente convinto del nuovo set-up adottato, che ha conferito una miglior guidabilità della Sierra.
Pagina dunque voltata e occhio all’orizzonte, adesso, per la seconda parte di stagione, certamente in grado di proseguire a dare soddisfazioni vibranti.
“Eravamo quasi “obbligati” ad arrivare, un altro ritiro avrebbe voluto dire abbandonare il Campionato – commenta Fabrizio Bacci – mentre invece siamo bene in lizza per lo scudetto riservato alle trazioni integrali. Ma a parte questo sono state importanti le sensazioni percepite con la Sierra, erano quelle che volevo, soprattutto con il nuovo assetto. Purtroppo, un calo fisico durante il terzo giro di gara, complice il gran caldo, non mi ha aiutato e forse, nel mio inconscio, avevo pure un freno dato dalla paura di fermarmi di nuovo. Ad ogni modo, posso dire missione compiuta per noi come equipaggio ed anche per il Team Terrosi, con il quale diamo appuntamento per le prossime, ovviamente carichi e motivati a dare continuità a questo ben risultato. Bellissima la gara, emozionante la location di Urbino, la passerella di partenza che ci hanno fatto fare nel centro storico della città il sabato sera è stata semplicemente sublime, con una grande cornice di pubblico”.

(comunicato ufficio stampa Bacci)

azetamedia

Ti potrebbe interessare...

Zivian, bicchiere mezzo pieno, tutto amaro

FONTE: UFFICIO STAMPA ANDREA ZIVIAN, GIAMPAOLO CORRADINI – Una rottura del semiasse porta a 2 …

Gara di casa positiva per la Biella Motor Team

FONTE: UFFICIO STAMPA BIELLA MOTOR TEAM – Una gara difficile, sia per le insidie delle …

Michelin Historic Rally Cup 2022: gli inafferrabili Nerobutto conquistano il Rally Lana Storico

FONTE: UFFICIO STAMPA MICHELIN RALLY CUP, TOMMASO VALINOTTI – La famiglia trentina, padre e figlia, …