Marking Products

Tonelli si gioca il tricolore terra storico

FONTE: UFFICIO STAMPA ANDREA TONELLI, FABRIZIO HANDEL Al Brunello, dopo cinque mesi di sosta dell’italiano riservato alle regine del passato, il pilota di Reggio Emilia punterà a cucirsi sul petto lo scudetto tra le due ruote motrici.
Reggio Emilia, 05 Dicembre 2022 – Una lunga sosta, quasi infinita, è giunta al termine e per i protagonisti del Campionato Italiano Rally Terra Storico è pronta l’ultima sfida, quella decisiva.
Al culmine di un 2022 che ha sancito la sua migliore stagione in carriera, firmatario di due successi assoluti al Valle del Tevere ed al Val d’Orcia di inizio annata, Andrea Tonelli si presenterà al via del prossimo Rally del Brunello con un solo obiettivo, diventare campione.
Scorrendo la classifica provvisoria della serie per gli amanti dello  sterrato il portacolori di Movisport figura al primo posto nella generale, tra le due ruote motrici, con un vantaggio di tredici punti su Costa e ben venti su Ormezzano ma, di certo, non potrà dormire sonni sereni.
Il coefficiente maggiorato ed il gioco degli scarti metteranno sul piatto della concorrenza l’opportunità di attaccare la leadership del pilota della Ford Escort RS 1800 MKII, curata da Power Brothers e da Retro Corse, condivisa nell’occasione con l’inseparabile Roberto Debbi.
Una situazione riflessa anche nella provvisoria di terzo raggruppamento, dove il reggiano comanda le operazioni con venti lunghezze su Ormezzano, ed in quella di classe 3 GT-GTS 3-4 2000 2RM, con il gruzzoletto che sale a quota ventisei nei confronti di Pelliccioni.
Un finale di stagione chiave anche nella coppa riservata alle scuderie con un Tonelli chiamato a tentare l’assalto finale, meno quattro dalla vetta, per una Movisport ora al secondo posto.
“È stata indubbiamente la nostra migliore stagione in carriera” – racconta Tonelli – “ma non vogliamo cullarci sugli allori proprio ora. Siamo all’ultima gara e, anche se siamo primi in varie classifiche, le opportunità che offre questa edizione del Brunello consentiranno ai nostri rivali di potersi giocare il campionato fino alla fine. Dobbiamo rimanere concentrati perchè la lunga assenza, di ben cinque mesi dall’ultima del CIRTS, si farà sentire per noi e per i nostri rivali.”
Al fine di prepararsi al meglio, interrompendo il lungo digiuno dall’abitacolo, Tonelli ha partecipato ad alcune sessioni di test, affilando le armi per l’ultimo duello targato 2022.
“Un paio di settimane fa abbiamo tenuto un test su sterrato” – sottolinea Tonelli – “mentre circa due mesi fa abbiamo fatto qualche giro in pista a Ravenna, per tenerci in allenamento.”
Archiviato l’aperitivo di Venerdì sera, una gustosa passerella per le vie di Montalcino, il round conclusivo del CIRTS aprirà i battenti il Sabato seguente, ad iniziare dalla doppia tornata su “Pieve a Salti” (11,19 km), “Castiglion del Bosco” (7,31 km) e “Badia Ardenga” (7,42 km) mentre l’ultimo passaggio vedrà protagoniste solamente le prime due prove speciali.
“Il percorso è simile a quello del 2021” – conclude Tonelli – “dove siamo andati decisamente bene. La Pieve a Salti è inversa mentre l’ultimo tratto della Badia Ardenga sarà nuovo per noi. Cercheremo di fare la nostra gara sugli avversari diretti in campionato. Vogliamo questo titolo.”

azetamedia

Ti potrebbe interessare...

Presentato il 3° Rally Terra Valle del Tevere e Arezzo

FONTE: UFFICIO STAMPA RALLY VALLE DEL TEVERE, ALESSANDRO BUGELLI – Ieri, alle ore 11,00, nel …

Il Lessinia Rally Historic e il Revival Rally Club Valpantena per la prima volta insieme

FONTE: UFFICIO STAMPA RALLY CLUB VALPANTENA, MATTEO BELLAMOLI – Le due gare si correranno nel …

La Michelin Historic Rally Cup saluta il 2022 premiando i suoi campioni

FONTE: UFFICIO STAMPA MICHELIN RALLY CUP, TOMMASO VALINOTTI – Pranzo e consegna coppe e premi …